Rete strategica

La rete di trasmissione è il fattore chiave per un futuro energetico sostenibile

Il sistema elettrico svizzero si trova in una fase di profonda trasformazione nella storia di successo che lo contraddistingue. La svolta energetica comporta un cambio paradigmatico da un sistema energetico centralizzato a uno decentrato. La generazione di corrente elettrica sempre più volatile a causa della crescente quota di energie rinnovabili nonché l’aumento dei consumi dovuto alla mobilità elettrica e alle pompe di calore generano ulteriori sfide per una gestione sicura della rete. Questo ha ampi effetti sul mercato dell’elettricità in Svizzera e in tutta Europa.

L’ammodernamento della rete di trasmissione è rallentato negli ultimi decenni. Solo un terzo della lunghezza della rete di trasmissione di Swissgrid, che registra 6700 km totali, risale al periodo successivo al 1980, ma i requisiti legati alla rete elettrica sono molto cambiati negli ultimi anni. Questo sviluppo si acuirà nei prossimi decenni. Se da un lato vi sono nuove fonti energetiche e centrali elettriche (fotovoltaiche, eoliche) decentrate che partecipano alla rete, dall’altro, il consumo di energia elettrica in futuro crescerà sensibilmente a causa della decarbonizzazione.

I requisiti sempre maggiori causano già oggi congestioni strutturali nella rete di trasmissione. E in futuro queste congestioni saranno addirittura più frequenti. Per garantire l’esercizio sicuro, efficace ed efficiente del sistema elettrico svizzero, è necessario eliminare queste congestioni. Affinché la rete di trasmissione sia adeguata alle esigenze future, Swissgrid crea periodicamente un piano pluriennale – la Rete strategica – per il suo ulteriore sviluppo.

L’ammodernamento della rete di trasmissione è la chiave per un futuro energetico sostenibile e si orienta allo scenario di riferimento della Confederazione. La rete di trasmissione, in quanto colonna portante di un approvvigionamento elettrico sicuro, fornisce un contributo centrale per il raggiungimento degli obiettivi della Strategia energetica 2050.

Processo di sviluppo della rete

Le disposizioni della Legge federale sulla trasformazione e l’ampliamento delle reti elettriche («Strategia delle reti elettriche») disciplinano dal 2021 il processo di sviluppo della rete in Svizzera.

Nella fase di pianificazione del processo di sviluppo della rete l’Ufficio federale dell’energia (UFE) delinea scenari di riferimento del settore energetico in Svizzera. Esso viene approvato dal Consiglio federale e funge in futuro come fondamento per la pianificazione delle reti elettriche svizzere, con l’obiettivo di dare un orientamento possibilmente ottimale alle reti svizzere in funzione dei futuri sviluppi del settore energetico in Svizzera. Lo scenario di riferimento comprende tre scenari che riproducono la larghezza di banda dei possibili sviluppi del settore energetico. Sulla base di questi scenari di riferimento, Swissgrid determina il fabbisogno di adeguamenti alla rete di trasmissione. La fase di pianificazione si ripete ogni quattro anni, consentendo di adeguare costantemente lo sviluppo della rete ai cambiamenti delle condizioni quadro.

Nella fase di progettazione Swissgrid sviluppa progetti concreti che coprono il fabbisogno riscontrato nella rete strategica. La norma provede che ogni progetto è soggetto sia a una procedura del piano settoriale elettrodotti (PSE) presso l’UFE a livello nazionale sia a una procedura di approvazione dei piani presso l’Ispettorato federale degli impianti a corrente forte ESTI.

Ottenute tutte le approvazioni necessarie, Swissgrid avvia la fase di realizzazione con la costruzione dei rispettivi progetti.

Dopo l’entrata in servizio degli impianti, Swissgrid verifica inoltre se i costi accettati nella rete strategica corrispondono nella realtà ai progetti e ai vantaggi previsti e quali sono le possibili ragioni di eventuali scostamenti. I risultati di queste analisi confluiscono a loro volta nella successiva fase di pianificazione.


Principi di pianificazione della rete a lungo termine

Per Swissgrid è importante pianificare una rete che sia sostenibile, rispettosa delle risorse, ecocompatibile ed economicamente efficiente. La rete del futuro dovrebbe avere un esercizio stabile e sicuro. L’ampliamento della rete non è effettuato come riserva, bensì sulla base di considerazioni condivisibili e trasparenti. Per questo motivo, nell’elaborazione della rete strategica, Swissgrid si ispira ai principi fondamentali elencati qui di seguito.

  1. Ridurre al minimo l’impatto ambientale: Swissgrid non sta ampliando la rete per scopi di riserva. La rete esistente viene gestita nel modo più efficiente possibile. Laddove fattibile, Swissgrid ottimizza innanzitutto la rete esistente e, se necessario, la rafforza. Le linee e le sottostazioni non necessarie saranno smantellate, per quanto possibile. Se è necessaria una nuova linea, Swissgrid tiene conto dell’impatto sullo spazio e sull’ambiente, oltre che degli aspetti tecnici e della redditività economica, nella ricerca del corridoio di linea migliore e nella scelta della tecnologia di trasmissione (linea aerea o cablaggio).
    Il raggruppamento delle linee di trasmissione con strade nazionali e linee ferroviarie riduce il numero di percorsi paralleli. Nella Rete strategica si determina la necessità di espansione tra i cosiddetti nodi della rete. Il corridoio della linea e la tecnologia di trasmissione saranno determinati in modo definitivo solo nel «Coordinamento territoriale (procedura del Piano settoriale nazionale)» che seguirà successivamente.
  2. Evitare le future congestioni della rete: Swissgrid identifica gli elementi di rete in cui si verificheranno ripetutamente congestioni in futuro. A tal fine, Swissgrid si basa sui risultati dell’attuale gestione della rete e su una simulazione della rete per l’anno target 2040. Le congestioni esistenti e future saranno eliminate attraverso l’ottimizzazione della rete, il suo ampliamento e il suo potenziamento.
  3. Garantire la stabilità dinamica della rete: Lo smantellamento delle grandi centrali elettriche in tutta Europa riduce la massa rotante sulla rete di trasmissione. L’inerzia dei grandi generatori stabilizza ancora oggi la frequenza della rete elettrica. Swissgrid e i gestori di reti di trasmissione esteri conducono test di stress per determinare se la stabilità della rete potrà essere garantita anche in futuro o se è necessario adottare misure nell’ambito della pianificazione della rete.
  4. Tenere conto della flessibilità degli impianti di stoccaggio, dei produttori e dei consumatori: Il potenziale di flessibilità grazie all’intelligenza artificiale, al controllo decentralizzato dei consumi e allo smart peak shaving nella produzione fotovoltaica ed eolica può essere preso in considerazione da Swissgrid nella pianificazione della rete solo se può essere attivato e utilizzato da Swissgrid in qualsiasi momento. Per questo, è necessario creare condizioni quadro normative e stipulare contratti, cosa che oggi non avviene ancora in misura sufficiente.
  5. Rapporto costi-benefici positivo: Per ogni progetto di rete che costa più di CHF 1.0 mio di franchi, Swissgrid esegue e documenta un confronto costi/benefici uniforme. I benefici di un progetto di rete vengono dimostrati secondo vari criteri, in termini monetari, quantitativi o qualitativi.
  6. Comunicare in modo trasparente e coordinarsi con gli stakeholder interessati: Swissgrid coordina la pianificazione della rete a lungo termine con tutti i gruppi di stakeholder interessati. Tra questi vi sono, ad esempio, i gestori delle reti di trasmissione dei Paesi limitrofi, i gestori delle reti di distribuzione e delle centrali elettriche collegate alla rete svizzera di trasmissione, nonché l’Ufficio federale dell’energia (UFE) e la Commissione federale dell’energia elettrica (ElCom). Swissgrid comunica la procedura e i risultati della Rete strategica in modo trasparente e condivisibile.

Rete strategica 2040

A seguito delle nuove disposizioni di legge l’UFE sviluppa il primo scenario di riferimento Svizzera per gli anni target 2030 e 2040, basandosi sugli obiettivi della politica energetica della Confederazione, sui dati dell’economia globale e tenendo conto del contesto internazionale. I gestori della rete di distribuzione (GRD) del livello di rete 3, insieme a Swissgrid, hanno definito un processo su come suddividere i valori prefissati per la produzione e il consumo nello scenario di rifermento sui singoli nodi della rete (processo di regionalizzazione).

Probabilmente nell’autunno 2022, dopo l’approvazione dello scenario di riferimento Svizzera da parte del Consiglio federale, Swissgrid avvierà l’aggiornamento del suo piano pluriennale per la pianificazione della rete nel lungo periodo, la cosiddetta «Rete strategica». La «Rete strategica 2040» descrive e motiva i progetti di rete previsti per l’anno target 2040. Dopo nove mesi, Swissgrid deve presentare la «Rete strategica 2040» alla Commissione dell’energia elettrica (ElCom) per la verifica, che a sua volta dura nove mesi. Quindi Swissgrid pubblicherà la «Rete strategica 2040», probabilmente nell’estate 2024, attraverso i propri canali di comunicazione.

La legge prevede che questo processo si ripeta ogni quattro anni.


Rete strategica 2025

Già nel 2015, quindi prima dell’entrata in vigore delle disposizioni di legge sul processo di sviluppo della rete, Swissgrid ha elaborato un piano pluriennale per la modernizzazione basata sul fabbisogno della rete di trasmissione: la «Rete strategica 2025». La «Rete strategica 2025» comprende dieci progetti. I progetti rilevati si trovano in stadi di attuazione diversi. La successiva rappresentazione offre una panoramica.

Swissgrid ha già potuto portare a termine alcuni progetti dalla «Rete strategica 2025», altri si trovano in fase di costruzione. In questo modo Swissgrid fornisce un contributo importante alla sicurezza dell’approvvigionamento in Svizzera.

Molti progetti si trovano tutt’ora in fase di progettazione. Il motivo sono le lunghe procedure di approvazione e i ritardi a causa di ricorsi e procedimenti giudiziari.

Nell’ambito della pianificazione della rete nella «Rete strategica 2040» Swissgrid verifica il fabbisogno per i progetti non ancora realizzati dalla «Rete strategica 2025». Vengono attuati solo i progetti il cui fabbisogno continua ad essere confermato. Per la sicurezza dell’approvvigionamento a lungo termine della Svizzera è indispensabile una rete ampliata in funzione del fabbisogno. Per questo è importante che la politica, le autorità e la popolazione supportino la costruzione di queste infrastrutture centrali e la modernizzazione della rete di trasmissione venga accelerata con procedure di autorizzazione e approvazione efficienti.


Downloads


  • Procedure di autorizzazione

    Swissgrid è responsabile della progettazione e della realizzazione delle linee di trasmissione.

    Per saperne di più

Contatto

Appellativo

Si prega di selezionare il appellativo.

Si prega di inserire il vostro nome.

Si prega di inserire il vostro cognome.

Si prega di inserire un indirizzo e-mail valido.

Si prega di inserire il vostro messaggio.

Si prega di spuntare la casella di controllo.