Incentivazione delle energie rinnovabili

Le energie rinnovabili provengono da fonti che si rigenerano autonomamente in breve tempo o il cui sfruttamento non le esaurisce. Oltre all’energia idroelettrica, tradizionalmente molto usata in Svizzera, anche la biomassa, la geotermia, il sole e il vento rientrano nel novero delle «energie rinnovabili».

Swissgrid si occupa, per conto della Confederazione, del pagamento della rimunerazione per l’immissione di energia a copertura dei costi (RIC) e della rimunerazione unica (RU) per piccoli impianti fotovoltaici. Così facendo si supportano i gestori degli impianti che producono elettricità da fonti di energia rinnovabili.

Con il referendum popolare del 21 maggio 2017 l'elettorato svizzero ha approvato il primo pacchetto di misure della Strategia energetica 2050 e pertanto anche la Legge sull'energia (LEne) del 30 settembre 2016. Il 1° novembre 2017 il Consiglio federale ha stabilito che la nuova Legge sull'energia entrerà in vigore il 1° gennaio 2018.

Sempre il 1° novembre 2017 il Consiglio federale ha approvato inoltre le ordinanze relative alla Legge, che entreranno anch'esse in vigore il 1° gennaio 2018. Le ordinanze disciplinano tra l'altro le nuove condizioni di rimunerazione, valide a partire dal 2018.

Il vostro progetto

È nostro desiderio fornirvi informazioni di prima mano sui cambiamenti previsti. Pertanto a dicembre 2017 tutti i gestori di impianti RIC e i richiedenti inseriti in lista d'attesa riceveranno personalmente informazioni in merito alle ulteriori procedure.

Di seguito potete trovare una sintesi delle principali modifiche in programma dal 1° gennaio 2018:

Incentivi per i nuovi impianti

La nuova Legge sull'energia prevede che siano incentivati unicamente i nuovi impianti, ossia gli impianti messi in funzione dopo il 1° gennaio 2013.

Adeguamento delle tariffe del sistema di rimunerazione per l'immissione

L’attuale rimunerazione per l'immissione di energia a copertura dei costi (RIC) sarà sostituita dal sistema di rimunerazione per l'immissione (SRI)Il SRI non è più sufficiente a coprire le spese e dovrà essere riorganizzato in base ai costi.

Per il calcolo della tariffa per la rimunerazione del vostro impianto avete a disposizione il nostro calcolatore delle tariffe.

Commercializzazione diretta

Al più tardi a partire dal 2020 i gestori di grandi impianti SRI dovranno commercializzare in modo autonomo l'energia elettrica prodotta. L'obbligo di commercializzazione diretta vige per:

  • i gestori di impianti con una potenza a partire da 500 chilowatt che beneficiano di una RIC già dalla fine del 2017,
  • i gestori di impianti con una potenza a partire da 100 chilowatt che saranno inseriti nel SRI dal 2018.

Tutti gli altri gestori hanno la facoltà di scegliere se passare o meno alla commercializzazione diretta e potranno farlo già dal secondo trimestre del 2018. Il passaggio è definitivo e non può essere annullato.

Maggiori informazioni sulla commercializzazione diretta sono disponibili nella scheda informativa dell'UFE.

Impianti fotovoltaici

La rimunerazione unica sarà estesa agli impianti di grandi dimensioni. A questo riguardo si distingue tra due sistemi:

  • Rimunerazione unica per i piccoli impianti (RUP)
    Dal 2018 i gestori di impianti con una potenza inferiore a 100 chilowatt riceveranno esclusivamente la «Rimunerazione unica per i piccoli impianti» (RUP). La RUP si può richiedere solo ad entrata in servizio avvenuta e viene corrisposta secondo l'ordine di arrivo della notifica dell'entrata in servizio completa.
  • Rimunerazione unica per i grandi impianti (RUG)
    I gestori di impianti con una potenza oltre 100 chilowatt possono sostanzialmente scegliere tra il SRI e la «Rimunerazione unica per i grandi impianti» (RUG). Come per il SRI, la lista d'attesa della RUG viene gestita in base alla data di iscrizione. Diversamente dalla RUP, non è necessario costruire un impianto prima della conferma del contributo.

Per il calcolo della rimunerazione del vostro impianto avete a disposizione il nostro calcolatore delle tariffe.

Energia idroelettrica

  • A partire dal 2018 gli impianti idroelettrici con una potenza inferiore a 1 megawatt saranno in linea di principio esclusi dal sistema di rimunerazione per l'immissione, mentre saranno ancora ammessi gli impianti accessori.
  • Per gli ampliamenti di centrali idroelettriche già rimunerate tramite SRI è prevista l'applicazione di una tariffa mista.
  • Dal 2018 si potrà presentare una richiesta di contributo d'investimento per nuovi impianti con una potenza superiore a 10 megawatt o per ampliamenti o rinnovi considerevoli di impianti esistenti con una potenza di almeno 300 chilowatt. La procedura è gestita dall'UFE.

Biomassa

  • Dal 1° gennaio 2018 gli impianti di incenerimento dei rifiuti e di fanghi e gli impianti a gas di depurazione e di discarica non saranno più incentivati dal SRI. I nuovi impianti di incenerimento dei rifiuti e i nuovi impianti a gas di depurazione, come anche le nuove centrali termiche a biomasse legnose di importanza regionale, e gli ampliamenti o rinnovi considerevoli di tali impianti potranno beneficiare di un contributo d'investimento. La procedura è gestita dall'UFE.
  • Per gli ampliamenti di impianti a biomassa già rimunerati tramite SRI è prevista l'applicazione di una tariffa mista.

Tutela per impianti già parte del SRI e per progetti con decisione positiva

Le suddette esclusioni dal SRI non si applicano agli impianti che già ricevono una rimunerazione tramite RIC o per i quali è già stata emessa una decisione positiva.

Non sono invece protetti da queste modifiche i progetti in lista d'attesa.

Il futuro dei programmi di incentivazione

  • Dalla fine del 2022 non saranno più emesse altre decisioni di incentivazione per il SRI.
  • Per la RU non saranno più emesse nuove decisioni di incentivazione dalla fine del 2030.

Per maggiori informazioni rimandiamo alle schede informative dell'UFE.

Rimunerazione per l'immissione di energia a copertura dei costi RIC

A eccezione dell’energia idroelettrica, attualmente la quota di energie rinnovabili rispetto al consumo energetico in Svizzera è ancora modesta.

Il 23 marzo 2007 il Parlamento, nell'ambito della promulgazione della legge sull'approvvigionamento elettrico, ha anche proceduto alla revisione della Legge sull'energia, che prescrive un aumento di almeno 5’400 GWh della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili entro il 2030. Il pilastro principale per il raggiungimento di questo obiettivo è la rimunerazione per l’immissione di energia a copertura dei costi (RIC), introdotta il 1° maggio 2008 con l’intento di favorire la produzione di corrente da energie rinnovabili.

Con la RIC viene incentivata la costruzione di nuovi impianti che generano elettricità da fonti rinnovabili. Swissgrid è l’interlocutore principale per le notifiche e per la gestione degli incentivi.

Altre informazioni sui meccanismi di funzionamento della RIC sono riportate in «Facts RIC».

Rimunerazione unica RU

La rimunerazione unica (RU) è stata introdotta con una revisione della Legge sull'energia, deliberata dal Parlamento nel giugno 2013 e attuata dal Consiglio federale il 1° gennaio 2014. Con la RU, al posto della RIC i gestori di piccoli impianti fotovoltaici percepiscono un contributo d’investimento una tantum (rimunerazione unica).

RIC o RU?

La seguente tabella illustra le differenze tra la RU e la RIC.

  RU RIC
Frequenza della rimunerazione Si tratta di un sussidio all’investimento unico una tantum La rimunerazione avviene trimestralmente sulla base della quantità di elettricità immessa nella rete
Ammontare della rimunerazione La rimunerazione ammonta all'incirca al 30% dei costi di investimento di un impianto di riferimento 1) La rimunerazione copre i costi 1). Anche in questo caso, l'importo viene stabilito in base a impianti di riferimento.
Momento della rimunerazione Il pagamento ha luogo dopo la presentazione della completa notifica della messa in esercizio, non appena sono disponibili i mezzi finanziari. Il momento dell’entrata nella RIC è incerto; gli impianti fotovoltaici restano in lista d'attesa fino a quando questa può essere smaltita in base alla rispettiva data di notifica. Per tutte le altre tecnologie trovate informazioni alla voce Nota – Lista d'attesa.

L'inserimento nella RIC avviene sulla base di contingenti annuali autorizzati dall'UFE.

 

1) I tassi di rimunerazione sono definiti nell’Ordinanza sull’energia.

 
Diritti

Con la seguente tabella potete stabilire se avete diritto alla rimunerazione unica (RU), alla rimunerazione per l'immissione di energia a copertura dei costi (RIC) o se potete scegliere tra RU e RIC. Per determinare il vostro diritto avete bisogno delle seguenti informazioni:

  • la data di notifica del vostro impianto
  • la data di effettiva messa in esercizio del vostro impianto
  • la potenza realizzata dall’impianto (potenza massima DC a norma)
Data di notifica Potenza realizzata dall'impianto
  0 < 2 kWp 2 < 10 kWp 10 < 30 kWp a parte di 30 kWp
fino al 31.12.2012 compreso RIC DS DS RIC
dall'01.01.2013 al 31.03.2014 RU 1) RU DS 2) RIC
dall'01.04.2014 x RU 3) DS 2) RIC
1) Messa in esercizio prima dell'01.06.2014: RU; messa in esercizio dall'01.06.2014: né RU, né RIC
2) Messa in esercizio fino al 31.12.2012: solo RIC possibile
3) Messa in esercizio fino al 31.12.2012: né RU, né RIC
Legenda
RU   Rimunerazione unica
RIC   Rimunerazione per l’immissione di energia a copertura dei costi
DS   Diritto di scelta
x   Né RIC, né RU

 
La richiesta della rimunerazione unica può essere vagliata solo se Swissgrid ha ricevuto la completa notifica della messa in esercizio.

Condividere
Facebook
Twitter

Rimunerazione per l'immissione di energia a copertura dei costi

Rimunerazione unica

IL VOSTRO CONTATTO

Se ha domande riguardante energie rinnovabili, può contattarci per telefono dalle 09.00 alle 12.00 e dalle 13.30 alle 16.00 oppure per e-mail.

Telefono 0848 014 014
E-mail

 

Strumenti ausiliari