Le procedure d’autorizzazione devono durare 5-8 anni

Swissgrid è responsabile della progettazione e della realizzazione delle linee di trasmissione. Al momento, in media, dall’avvio del progetto fino all’entrata in servizio trascorrono 15 anni. In realtà, le procedure possono richiedere fino a 30 anni. Tuttavia, spesso i ricorsi e le sentenze del Tribunale federale emanate in una fase successiva fanno sì che la realizzazione dei progetti sia ritardata di anni.

Politica, settore energetico, Confederazione e Swissgrid convengono su un fatto: la progettazione, le procedure di autorizzazione e quelle legali vanno accelerate. L’Ufficio federale dell’energia (UFE) ha quindi elaborato delle misure per accelerare la progettazione e la procedura di autorizzazione, incluse le istanze legali, nell’ambito della «Strategia relativa alle reti elettriche».

Per Swissgrid la sicurezza dell’approvvigionamento ha la massima priorità. È importante che la politica crei un contesto idoneo a garantire tale sicurezza. Rientrano in questo ambito processi e procedure che abbiano una durata massima di 5-8 anni. Swissgrid raccomanda di fissare per legge una durata massima per le procedure di autorizzazione.

L’UFE e Swissgrid si sono impegnati a collaborare con la massima efficienza per raggiungere l’obiettivo di una gestione rapida delle procedure.

Domande e risposte

Perché è necessario accelerare le procedure?

Nel corso dei prossimi anni la rete di trasmissione svizzera deve essere modernizzata, ristrutturata e potenziata per garantire anche in futuro la sicurezza e l’efficienza dell’approvvigionamento elettrico. Questa tiene conto, oltre che della Strategia energetica 2050 della Confederazione, anche degli scenari europei. Nell’ambito della pianificazione della «Rete strategica 2025» Swissgrid ha individuato i driver fondamentali per l’evoluzione delle reti. I driver diretti per la ristrutturazione e il potenziamento della rete svizzera di trasmissione sono l’unione internazionale, l’allacciamento di nuove grandi centrali e l’alimentazione sicura di reti a valle. La «Rete strategica 2025» comprende i nove progetti per la ristrutturazione e il potenziamento della rete giustificati da Swissgrid e quattro progetti basati su un incarico di legge. Se non si accelereranno le procedure d’autorizzazione, non sarà possibile attuare per tempo i progetti di rinnovamento e potenziamento.

Quanto dura attualmente una procedura d’autorizzazione per la realizzazione di una linea di trasmissione?

Nell’ambito del processo attuale, la durata dall’avvio del progetto fino all’entrata in servizio di una linea è in media di 15 anni. È possibile tuttavia che un progetto venga fatto ripartire da capo poco prima del termine della procedura. Così facendo la durata di una procedura d’autorizzazione, incluse le istanze legali, può durare fino a 30 anni (per es. Chamoson-Chippis). È però anche evidente che rispettare una durata di circa sei anni sia assolutamente possibile (allacciamento Linth-Limmern).

Chamoson – Chippis

  • Nuova costruzione di una linea 2 x 380 kV e una da 220 kV (35 km)
  • Smontaggio di una linea 2 x 220 kV
Verfahrensgrafik_Chamoson_Chippis

Allacciamento della centrale ad accumulazione con pompaggio Linth-Limmern

  • Nuova realizzazione di una linea di allacciamento 2 x 380 kV alla nuova centrale ad accumulazione con pompaggio Linth-Limmern (17 km)
timeline02_it
Perché è così importante che la procedura duri non più di 5-8 anni, inclusa la realizzazione della linea?

In qualità di società nazionale di rete, Swissgrid per un’evoluzione delle reti adeguata al fabbisogno deve poter contare in particolare su buone condizioni quadro e procedure efficienti. Per questo Swissgrid sostiene le disposizioni della Strategia relativa alle reti elettriche. Una limitazione delle procedure d’autorizzazione è auspicabile per i seguenti motivi.

  • Agilità nella pianificazione: in vista della pianificazione futura della rete occorre prestare attenzione a fattori diversi, tra cui la costruzione di grandi centrali, il trasporto dell’energia o gli sviluppi nella domanda e nell’offerta basati sulle nuove tecnologie. Swissgrid non può reagire a tali sviluppi se il processo per la realizzazione di una linea dura troppo. Questa situazione può comportare in un secondo momento investimenti nella rete superflui.
  • Ragioni di natura economica: delle procedure lunghe comportano costi elevati per i progettisti nonché per le autorità e aumentano i costi di rete, che alla fine gravano sui consumatori finali.
Quali proposte fa Swissgrid per accelerare le procedure?

Nel 2013, Swissgrid ha presentato all’UFE le sue proposte, complete di modifiche di legge, che dal punto di vista di Swissgrid potranno contribuire all’accelerazione delle procedure. Parte di queste proposte è confluita nella Strategia relativa alle reti elettriche. Swissgrid in particolare supporta l’approccio volto alla promozione di misure per il miglioramento dell’accettazione e trasparenza di progetti relativi alle linee e l’introduzione di termini ordinatori per le procedure inerenti i piani settoriali e l’approvazione dei piani. Inoltre, Swissgrid accoglie con favore la possibilità che l’UFE possa incaricare del processo di autorizzazione del progetto persone esterne all’amministrazione.

Swissgrid persegue l’obiettivo, nell’ambito della progettazione delle linee, di lavorare in modo ancora più efficiente e di comunicare tempestivamente con gli organi interessati.

Condividere
Facebook
Twitter