La Stella di Laufenburg

È nel 1958 che le reti elettriche di Germania, Francia e Svizzera vengono collegate a un livello di tensione di 220 chilovolt nella Fricktal (Canton Argovia). Questo passo rappresenta un ulteriore avvicinamento tra i paesi dell’Europa centrale. La sottostazione nota come la «Stella di Laufenburg» segna la nascita della rete elettrica europea.

1/6
2/6
3/6
4/6
5/6
6/6

Con la costruzione delle linee si scrive pezzo per pezzo la storia dell’energia elettrica.

La colonna portante dell’approvvigionamento energetico europeo

L’ampliamento della sottostazione di Laufenburg è considerata una pietra miliare nella storia della corrente elettrica. La «Stella di Laufenburg» assicura una stabilità della rete senza precedenti e la sicurezza dell’approvvigionamento per la Svizzera e l’intera Europa centrale. In un colpo solo, viene creato il mercato transfrontaliero dell’elettricità e si pongono le basi per una rete di interconnessione internazionale.

Il coordinamento europeo dei flussi di energia diventa una necessità nel periodo successivo alla Seconda Guerra Mondiale. Il consumo di energia elettrica cresce in modo esponenziale e l’energia deve essere trasportata in sicurezza al consumatore su distanze più brevi.

Video in tedesco: 60 Jahre «Stern von Laufenburg»

Oggi, la rete di interconnessione europea garantisce un approvvigionamento elettrico sicuro in oltre 30 paesi e a oltre 530 milioni di consumatori. Lo scambio di elettricità consente di rimediare alle congestioni nei singoli paesi e di evitare sovraccarichi. Grazie a questa cooperazione internazionale vengono compensati anche i guasti di centrali elettriche e gli eccessi di produzione, a tutto vantaggio della sicurezza della rete e in definitiva di ogni singolo consumatore.

La rete di interconnessione è orientata alla topografia e all’offerta di energia delle singole regioni. È il caso, ad esempio, dell’energia eolica prodotta nel Mare del Nord, in Spagna e in Portogallo, o dell’energia solare proveniente dall’Europa meridionale e dal Nord Africa. Quale elemento centrale della rete di interconnessione europea, la rete elettrica svizzera collega il nord e il sud dell’Europa attraverso le Alpi. Allo stesso tempo le Alpi rappresentano un importante sistema di stoccaggio di energia per l’intera Europa: i serbatoi svizzeri immagazzinano grandi quantità di energia, che vengono trasferite in base alle necessità.

Approvvigionamento elettrico sicuro in Europa grazie a Swissgrid

Con oltre 40 linee, la Svizzera è strettamente collegata ai paesi limitrofi e in quanto piattaforma dell’energia elettrica contribuisce alla sicurezza dell’approvvigionamento energetico europeo. Su incarico dell’ENTSO-E, Associazione europea dei gestori di reti di trasmissione, Swissgrid, in qualità di centro di coordinazione per l’Europa meridionale, svolge un ruolo centrale nel mantenere l’equilibrio della rete europea. A tale scopo, le capacità di trasporto disponibili vengono assegnate ai gestori di rete partner per evitare il rischio di sovraccarichi. L’obiettivo finale è sempre quello di garantire l’approvvigionamento energetico, non solo per la Svizzera.

Perché questo compito possa essere svolto efficacemente anche in futuro, è essenziale una stretta collaborazione con l’Europa, nonostante manchi ancora un accordo sul transito di energia elettrica. Per questo Swissgrid si impegna attivamente in comitati nazionali e internazionali per rappresentare gli interessi svizzeri e assicurare una positiva cooperazione con l’Europa.

Contatto

Appellativo

Si prega di selezionare il appellativo.

Si prega di inserire il vostro nome.

Si prega di inserire il vostro cognome.

Si prega di inserire un indirizzo e-mail valido.

Si prega di inserire il vostro messaggio.

Si prega di spuntare la casella di controllo.