Bonifica del suolo per l’ambiente e l’agricoltura nel fondovalle di Uri

Rete

Bonifica del suolo per l’ambiente e l’agricoltura nel fondovalle di Uri

Autore esterno: Marzio Giamboni*


Dove una volta erano eretti tralicci, oggi pascolano le mucche, su prati verdi e rigogliosi. Prima che le aree del fondovalle di Uri fossero rese agibili, Swissgrid ha provveduto a risanare in modo estensivo il suolo degli ex siti dei tralicci. E non si è limitata a rispettare i vincoli imposti dalla legge e dai regolamenti.

Bonifica del suolo per l’ambiente e l’agricoltura nel fondovalle di Uri
1/3
Bonifica del suolo per l’ambiente e l’agricoltura nel fondovalle di Uri
2/3
Bonifica del suolo per l’ambiente e l’agricoltura nel fondovalle di Uri
3/3

Fino a pochi anni fa, due linee ad altissima tensione correvano parallele nel fondovalle di Uri. Una di queste apparteneva a Swissgrid e fungeva da importante asse nord-sud per il trasporto di energia elettrica. L’altra serviva alle FFS per le operazioni ferroviarie. Nel 2018, i due partner hanno accorpato le due linee sulla tratta tra Attinghausen e Altdorf Nord su un tracciato comune. Corre parallelamente all’autostrada e alle rive della Reuss. Successivamente a questo accorpamento di infrastrutture, le due vecchie linee potrebbero essere smantellate. La rinaturalizzazione ha permesso di bonificare il terreno e ripristinare lo stato ambientale originario.


Articolo di Marzio Giamboni, project manager Hintermann & Weber AG

I tralicci delle linee elettriche sono dotati di un rivestimento protettivo anti-corrosione. In passato si utilizzavano prodotti contenenti sostanze pericolose per l’ambiente. Quando il vecchio strato protettivo si decompone nel corso degli anni per l’azione degli agenti atmosferici, possono penetrare nel terreno sostanze nocive come il piombo, lo zinco e i PCB, nonché, in quantità minori, il cromo e il cadmio.

Nell’ambito del progetto di spostamento della linea di Eyschachen (Canton Uri), sono stati smantellati 31 tralicci risalenti agli anni Cinquanta. La maggior parte dei tralicci smantellati si trovava su terreni agricoli.

Nell’ambito dell’approvazione del progetto, il Cantone di Uri e Swissgrid hanno convenuto della bonifica dalle sostanze nocive per l’ambiente di tutti i siti dei tralicci su terreni agricoli, indipendentemente dal grado di esposizione alle stesse. Le misure di risanamento definite nel progetto sono andate ben oltre a quelle richieste dalla Legge sulla protezione dell’ambiente o dall’Ordinanza federale contro il deterioramento del suolo.

Terreno prezioso per l’agricoltura

Buona parte dei siti si trova in aree di rotazione delle colture, fanno parte dei migliori terreni agricoli della Svizzera e sono soggetti a speciali norme di protezione. In tempi di crisi, assicurano l’approvvigionamento alimentare della Svizzera. Grazie al risanamento, Swissgrid ha potuto ripristinare la qualità di queste aree e restituirle ai proprietari terrieri nelle loro condizioni originali.

Esempio di bonifica del suolo
Esempio di bonifica del suolo (© Oliver Iseli)

Per scoprire il grado di contaminazione del suolo da parte delle sostanze nocive, sono state necessarie indagini approfondite. Abbiamo effettuato analisi del suolo in sei siti selezionati in cui erano eretti i tralicci. Con una distanza di un metro dalle fondamenta del traliccio, sono stati prelevati campioni in tutte e quattro le direzioni principali e sono stati esaminati in laboratorio. La bonifica del suolo ha interessato in media un’area di circa 15 m di raggio intorno alle fondamenta dei tralicci. Per le fondamenta dei tralicci, abbiamo sostituito il terreno fino a 80 cm di profondità. Abbiamo misurato le singole superfici con un apparecchio a raggi X mobile per assicurarci che tutti i carichi fossero stati rimossi.

Non tutti i terreni sono uguali

Per sostituire il terreno contaminato, abbiamo dovuto recuperare circa 4000 m3 di materiale pulito per il suolo. Non poteva essere un materiale qualsiasi. Dovevamo trovare un terreno che rispondesse ai requisiti di un’area di rotazione delle colture agricole. È iniziato un tour di tutti i cantieri in corso nel Cantone di Uri e oltre il confine cantonale. Ci è stato offerto molto materiale per il suolo, ma solo pochi siti erano adatti al nostro progetto. Alla fine siamo riusciti a ottenere il materiale adatto da sei diversi cantieri del fondovalle di Uri e da un cantiere del Canton Lucerna.

Area bonificata dopo la posa del materiale pulito per il suolo
Area bonificata dopo la posa del materiale pulito per il suolo (© Andrea Truttmann)

Con pazienza e ascolto verso l’obiettivo

Il nuovo terreno deve riposare per un po’ ed essere ricoltivato in maniera non intensiva, in modo che possa sviluppare le proprie caratteristiche favorevoli all’agricoltura nel nuovo luogo (la cosiddetta ricoltivazione). Per gli agricoltori interessati è seguito un periodo di tre anni di ricoltivazione non intensiva, in conformità con i requisiti di protezione del suolo. Ad esempio, le aree non potevano essere convertite a pascolo o concimate. Per questo, le aziende interessate hanno ricevuto un indennizzo. Abbiamo verificato la conformità due volte l’anno sul posto e abbiamo discusso la gestione con gli agricoltori. Durante queste ispezioni, abbiamo anche verificato se i terreni dei siti riabilitati si stessero sviluppando bene. Nella stragrande maggioranza dei casi, i requisiti di gestione sono stati soddisfatti, tanto che dopo tre anni di gestione speciale, in consultazione con l’agenzia cantonale per la protezione del suolo, siamo stati in grado di confermare l’uso normale per queste aree.

La bonifica dei terreni nel fondovalle di Uri è stata una grande sfida per noi supervisori ambientali. La determinazione dei carichi e l’ottenimento del materiale pulito per il suolo hanno richiesto molto tempo. Il nostro obiettivo era quello di garantire che gli agricoltori fossero soddisfatti della bonifica e, per farlo, sono stati necessari una buona comunicazione e un orecchio attento alle preoccupazioni di tutti gli interessati.


Autore esterno

Marzio Giamboni
Marzio Giamboni*

Project manager Hintermann & Weber AG

* Il dialogo è di fondamentale importanza per Swissgrid. Il confronto aiuta infatti a migliorare la comprensione reciproca e ad ampliare le conoscenze. Per questo motivo pubblichiamo sul blog di Swissgrid anche articoli di autori invitati su temi rilevanti.

  • | Blog

    «Per l’approvvigionamento elettrico del futuro servono rame e intelligenza»

    Leggi l'articolo
  • | Blog

    Una relazione armoniosa con l’UE è vantaggiosa per tutti

    Leggi l'articolo
  • | Blog

    La situazione 200 anni dopo

    Leggi l'articolo

Contatto

Appellativo

Si prega di selezionare il appellativo.

Si prega di inserire il vostro nome.

Si prega di inserire il vostro cognome.

Si prega di inserire un indirizzo e-mail valido.

Si prega di inserire il vostro messaggio.

Si prega di spuntare la casella di controllo.