Rete

Lo sviluppo dell’approvvigionamento energetico in Svizzera dal 1800 – Parte 4

La situazione 200 anni dopo

Autore: Giulia Ferraro


Possibili carenze di energia elettrica, collasso della rete, interruzione di corrente: termini ricorrenti durante l’ultimo anno. Ma come mai la rete elettrica sta arrivando al limite? E come agisce Swissgrid per contrastare questa situazione?

Adattare il passato

La rete elettrica svizzera è lunga 250 000 km, una lunghezza con cui si potrebbe coprire sei volte la Terra. Si tratta di una delle infrastrutture importanti più grandi del Paese. 6700 di questi chilometri costituiscono la rete di trasmissione gestita da Swissgrid. La rete è stata creata in un periodo di 200 anni. Originariamente, la rete elettrica fu costruita intorno alle grandi centrali elettriche. Inoltre, poiché inizialmente l’elettricità veniva prodotta e distribuita a livello locale, le centrali venivano costruite laddove avveniva anche il consumo di elettricità. Per questo, dopo l’unione delle reti a livello nazionale, in alcune zone la rete non riusciva a tenere il passo con la produzione di energia elettrica. Tuttavia, l'approvazione di nuovi progetti infrastrutturali richiede tempo. I ricorsi rallentano il processo di approvazione. Dal progetto alla linea finita passano circa 15 anni. Tempi che, a fronte dei rapidi cambiamenti del sistema elettrico, sono troppo lunghi.

L’energia del futuro

Un’altra sfida è l’incremento dell’uso di nuove energie rinnovabili. La Strategia energetica 2050 definisce un obiettivo di emissioni nette pari a zero.  In futuro, quindi, l’elettricità dovrà provenire interamente da fonti rinnovabili. L’espansione di queste fonti energetiche comporta un cambiamento nel sistema elettrico. Invece di poche grandi centrali con una produzione costante, l’elettricità viene prodotta da fonti decentrate e più piccole. Le nuove fonti rinnovabili comportano un cambiamento dei modelli di produzione e una maggiore volatilità dei flussi di energia. Un quadro che aumenta le sfide per il funzionamento stabile della rete di trasmissione.

Rete strategica

Poco dopo aver rilevato la rete di trasmissione, Swissgrid ha pubblicato il piano di sviluppo a lungo termine «Rete strategica 2025». I progetti si trovano in stadi di attuazione diversi. Attualmente Swissgrid sta sviluppando il piano «Rete strategica 2040» basato sugli scenari della Confederazione.

Le procedure e la velocità di approvazione dei progetti di rete devono essere rapidamente migliorate e accelerate per poter collegare tempestivamente alla rete gli impianti di nuova costruzione (produzione, consumo, stoccaggio). Solo in questo modo la rete di trasmissione continuerà a fungere da spina dorsale per un approvvigionamento elettrico sicuro in futuro e contribuirà al successo della transizione energetica.

Le procedure e la velocità di approvazione dei progetti di rete devono essere rapidamente migliorate e accelerate per poter collegare tempestivamente alla rete gli impianti di nuova costruzione (produzione, consumo, stoccaggio).



Autore

Giulia Ferraro

Studente lavoratore


  • | Blog

    «Per l’approvvigionamento elettrico del futuro servono rame e intelligenza»

    Leggi l'articolo
  • | Blog

    Una relazione armoniosa con l’UE è vantaggiosa per tutti

    Leggi l'articolo
  • | Blog

    La situazione 200 anni dopo

    Leggi l'articolo

Contatto

Appellativo

Si prega di selezionare il appellativo.

Si prega di inserire il vostro nome.

Si prega di inserire il vostro cognome.

Si prega di inserire un indirizzo e-mail valido.

Si prega di inserire il vostro messaggio.

Si prega di spuntare la casella di controllo.