Progetto di rete Bassecourt – Mühleberg

Tra Bassecourt e Mühleberg verrà aumenterà la tensione della linea esistente portandola da 220 kV a 380 kV. In tal modo sarà assicurato l'approvvigionamento nella regione di Berna quando, alla fine del 2019, la centrale nucleare di Mühleberg sarà disattivata.

Il vostro contatto per questo progetto

Jan Schenk
Jan Schenk

Telefono +41 58 580 21 11
info@swissgrid.ch

Linea a 380 kV
Linea a 380 kV
Linea esistente
Linea esistente
Sottostazione
Sottostazione

Panoramica

Con la chiusura programmata della centrale nucleare di Mühleberg dal 2019 viene a mancare gran parte dell'immissione di energia sulla rete da 220 kV dell'omonima area. Per garantire l'alimentazione dell'area metropolitana di Berna diviene necessario importare l'energia mancante essenzialmente tramite la Svizzera nord-occidentale. A questo scopo Swissgrid modernizza e rafforza l'infrastruttura di rete. Aumenta la tensione della linea di trasmissione tra Mühleberg (BE) e Bassecourt (JU) portandola da 220 a 380 kV e installa un trasformatore nella sottostazione di Mühleberg. La linea ad altissima tensione Bassecourt – Mühleberg, lunga 45 chilometri, era già stata approvata nel 1978 dall'Ispettorato federale degli impianti a corrente forte (ESTI) per una tensione di esercizio di 380 kV, ma fino a oggi è stata esercita con una tensione di 220 kV.

Interventi strutturali sui tralicci e sulla linea

Per esercire in futuro la linea con una tensione di 380 kV sono necessari alcuni interventi strutturali per garantire il rispetto dei valori limite vigenti per il campo elettrico e di quelli sanciti dall'Ordinanza sulle linee elettriche. Gli effetti del progetto di rete sull'ambiente e sull'assetto paesaggistico sono minimi. Le emissioni acustiche sono al di sotto dei valori programmati stabiliti per legge. In questo modo vengono rispettati i valori precauzionali di legge più stringenti ai sensi dell'Ordinanza contro l'inquinamento fonico (OIF).


Progetto

La linea ad altissima tensione Bassecourt – Mühleberg, lunga 45 chilometri, è stata realizzata nel 1978. La linea è stata approvata e allestita per una tensione di esercizio di 380 risp. 220 kV per ogni terna. Da allora la terna da 380 kV viene esercita a 220 kV e la terna da 220 kV a 132 kV. La terna esercita a 220 kV viene potenziata per la trasmissione di corrente a 380 kV, ciò nel rispetto dei valori limite di legge stabiliti dall'Ordinanza sulla protezione dalle radiazioni non ionizzanti (ORNI) e dall'Ordinanza contro l'inquinamento fonico.

L'incremento di tensione non avrà alcun impatto sull'assetto paesaggistico. Il potenziamento e l'ammodernamento della linea avverranno sui tralicci già esistenti e il tracciato della linea resta invariato. Saranno eseguiti interventi strutturali su 54 dei 142 tralicci complessivi.

Prossime tappe nel caso ottimale (senza ricorso ai tribunali)

Secondo trimestre 2017 Inizio della procedura di approvazione dei piani ESTI
Secondo trimestre 2019 Licenza di costruzione / Gare di appalto
Terzo trimestre 2019 Costruzione sottosuolo / Montaggio tralicci e funi
2020 Entrata in servizio

Nuovo trasformatore nella sottostazione di Mühleberg

Con la disattivazione programmata della centrale nucleare di Mühleberg (KKM) entro il 2019 e con il conseguente ammanco di fino a 370 MW di alimentazione elettrica a 220 kV a Mühleberg sorge la necessità di incrementare l'importazione per alimentare l'area metropolitana di Berna e l'Altipiano centrale. In sostituzione, Swissgrid ha in programma di collocare un trasformatore da 800 MVA 380/220 kV a Mühleberg. L'allacciamento alla rete da 380 kV deve essere realizzato tramite l'attuale linea Bassecourt – Mühleberg, ora esercita a 220 kV. Così facendo si va a sgravare anche il trasformatore di Bassecourt, che – in mancanza di un potenziamento della linea a Mühleberg – non sarebbe esercito in conformità al criterio di sicurezza (n-1). La situazione critica, energetica e della rete, che si è creata nell'inverno 2015/2016 ha fatto emergere chiaramente quanto sia urgente l'immissione nella rete da 220 kV, anche nell'area di Berna.


Uomo & ambiente

Rumore

  • Con l'aumento della tensione in un tratto di linea da 220 kV a 380 kV di esercizio aumenta l'intensità di campo elettrica massima della linea aerea, il che comporta un innalzamento del livello di rumorosità della stessa.
  • I valori teorici pianificati, ossia i valori precauzionali di legge più stringenti ai sensi dell'Ordinanza contro l'inquinamento fonico (OIF), in caso di esercizio a 380 kV vengono rispettati in tutti i luoghi sensibili alla rumorosità.
  • L'attuale fascio di quattro cavi riduce già il livello di rumorosità della linea. In questo modo si osserva pienamente il principio di precauzione della OIF.
  • I rumori vengono provocati dall'effetto corona che si verifica soprattutto in presenza di condizioni meteo di umidità (pioggia, neve, nebbia). In assenza di umidità, quando il tempo è bello e asciutto, i rumori sono pressoché impercettibili.

Campi elettromagnetici

  • Campo magnetico
    • Il valore limite d'immissione per il campo magnetico di 100 microtesla viene rispettato ovunque possano essere presenti delle persone.
    • Con il progetto si determina la fase ottimale per ogni singolo tratto. Nel tratto tra Mühleberg e Pieterlen la fase è ottimizzata già oggi. Nel tratto che va da Pieterlen a Bassecourt la fase sarà ottimizzata, ottenendo così un miglioramento rispetto alla situazione attuale.
  • Campo elettrico: incrementando la tensione a 380 kV, il campo elettrico della linea si ingrandisce. Il valore limite d'immissione di 5 kV/m è complessivamente rispettato.

Downloads


News di rete

  • | Comunicato stampa

    Inizio dei lavori presso il «Gäbihübel»

    Leggere l'articolo
  • | News

    Chamoson – Chippis: inizio dei lavori

    I lavori preparatori per la costruzione della linea aerea ad altissima tensione Chamoson – Chippis, iniziati nello scorso mese di gennaio, sono ormai giunti al termine per le due prime tratte tra Chalais e Sierre e tra Sion e Vex.
    Leggere l'articolo
  • | News

    Chamoson – Chippis: studio geologico supplementare

    Nel 2015 il geologo cantonale vallesano ha richiesto un ulteriore studio sui «pericoli naturali» per il progetto della linea ad altissima tensione Chamoson - Chippis.
    Leggere l'articolo

Contatto

Appellativo

Si prega di selezionare il appellativo.

Si prega di inserire il vostro nome.

Si prega di inserire il vostro cognome.

Si prega di inserire un indirizzo e-mail valido.

Si prega di inserire il vostro messaggio.

Si prega di spuntare la casella di controllo.

Contatto

Appellativo

Si prega di selezionare il appellativo.

Si prega di inserire il vostro nome.

Si prega di inserire il vostro cognome.

Si prega di inserire un indirizzo e-mail valido.

Si prega di inserire il vostro messaggio.

Si prega di spuntare la casella di controllo.