Reti di distribuzione Rete

Per un approvvigionamento energetico sicuro nell'alto Vallese

Swissgrid procede a una modernizzazione della rete ad altissima tensione nell'alto Vallese per il futuro esercizio con una tensione di 380 chilovolt.

Autore: Jan Schenk


Nell'ottica della strategia energetica della Confederazione, un aumento di capacità è necessario per il trasporto della crescente produzione di corrente elettrica ottenuta dalla forza idrica nel cantone del Vallese verso l'Altopiano svizzero e rafforzare così a lungo termine la sicurezza dell'approvvigionamento nel Vallese e in tutta la Svizzera.

Ampliamento di importanti assi energetici

Per la sicurezza dell'approvvigionamento a lungo termine della Svizzera, è essenziale realizzare il rafforzamento necessario a 380 chilovolt (kV) il più rapidamente possibile. Un aspetto importante è l'ampliamento delle reti orientato al fabbisogno: la distribuzione dei flussi di energia su diversi assi nord-sud, ad es. attraverso Grimsel o Gemmi, aumenta la capacità di trasporto. Le linee svolgono un ruolo anche nel transito di elettricità sull'asse nord-sud. La Svizzera non è isolata, bensì integrata nella rete di trasmissione europea. È un aspetto importante e, non da ultimo, chiave anche per la Svizzera stessa, ad es. in caso di carenza. La rete svizzera è stabile solo se la rete europea è stabile.

Produzione di energia e rete di trasmissione in trasformazione

Nel dicembre 2019 la centrale nucleare di Mühleberg è stata spenta. Questo comporta la perdita di circa 3000 gigawattora di produzione di energia elettrica all'anno nell'Altopiano, corrispondente al cinque per cento della produzione energetica svizzera o al consumo annuo di 700 000 economie domestiche. Per compensare questa immissione nella rete elettrica svizzera, ora mancante, a medio termine si dovrà produrre più elettricità in altre centrali elettriche svizzere, come ad esempio la centrale ad accumulazione con pompaggio di Nant de Drance, che con 900 MW si attesta tra le più potenti d'Europa, e trasportarla nell'Altopiano.

Evitare congestioni strutturali

La rete svizzera di trasmissione presenta già oggi congestioni strutturali. L'infrastruttura di rete nel cantone del Vallese ne è particolarmente colpita. Il collegamento sicuro delle centrali idroelettriche nelle Alpi con i centri di consumo nella regione dell'Altopiano è essenziale. Swissgrid deve già oggi istruire regolarmente i gestori delle centrali elettriche a limitare la loro produzione. Per questo motivo, gli aumenti di tensione a 380 kV sono essenziali. Questo è l'unico modo per trasportare l'energia prodotta e garantire così la sicurezza dell'approvvigionamento in tutta la Svizzera.

Piano della situazione nell'alto Vallese
Piano della situazione nell'alto Vallese

Informazioni sui singoli progetti di rete

Chippis – Mörel

Swissgrid pianifica la costruzione di una nuova linea da 380 kV della lunghezza di circa 44 chilometri tra le sottostazioni di Chippis e Mörel. La nuova linea da 380 kV corre lontano dalle aree di insediamento. Il progetto è attualmente in fase di approvazione presso la Confederazione.

L'attuale linea da 220 kV tra Chippis e Mörel sarà smantellata dopo l'entrata in servizio della nuova linea, andando così ad alleggerire l'area di insediamento soprattutto nell'area di Leuk-Susten, Niedergampel, Gampel, Steg, Raron, Baltschieder e Briga.

Se tutto va come previsto, la nuova linea da 380 kV Chippis – Mörel entrerà in servizio entro il 2028. Eventuali ricorsi e procedimenti giudiziari, invece, rischierebbero di ritardare di parecchi anni l'entrata in servizio della linea.

Per il progetto di rete Chippis - Mörel, Swissgrid ha preparato uno studio per l'interramento. Lo scopo è analizzare più dettagliatamente la soluzione tecnica ipotizzata e stimare con maggior precisione i costi che ne derivano, avendo nel contempo un occhio di maggior riguardo per le caratteristiche locali. Attualmente, Swissgrid prepara uno studio per conto delle autorità per riesaminare il percorso della linea attraverso l'area protetta nazionale di Pfynwald. Le possibili varianti del progetto per una linea sotterranea tra Agarn e Chippis sono esaminate in modo esaustivo, ad es. una variante del cablaggio nella roccia solida a sud del Pfynwald da scavarsi nella montagna (dietro al cono di deiezione) o l'accorpamento con il tunnel dell'autostrada A9 nel Pfynwald.

L'Ufficio federale dell'energia (UFE) ha sospeso la procedura di autorizzazione per circa 6-9 mesi in modo che Swissgrid possa effettuare chiarimenti supplementari.

Links

Informazioni dettagliate sul progetto di rete Chippis – Mörel

Chippis – Stalden

La linea ad altissima tensione tra Chippis e Stalden (linea Törbel) sarà rafforzata per il trasporto e l'approvvigionamento sicuro dell'energia dalle centrali idroelettriche (incluso il bacino di Mattmark).

Oggi, i tralicci della linea Chippis - Stalden sono occupati solo da un lato con una rete a corrente da 220 kV. Una seconda rete da 220 kV è ora in fase di installazione sulla linea elettrica.

Nella tratta che va da Chippis fino all'attraversamento dell'Emsbach ad Agarn il nuovo tracciato della linea sarà definito parallelamente al nuovo progetto di rete Chippis – Mörel. Tra Agarn e Stalden il tracciato della linea resterà invariato.

L'UFE ha approvato l'ampliamento della linea tra Agarn e Stalden a febbraio 2022, dando così il via libera ai lavori di ristrutturazione della linea.

Bickigen – Chippis

Il progetto comprende l'aumento di tensione da 220 a 380 kV della linea ad altissima tensione tra Chippis e Bickigen sul tracciato esistente.

Le misure di costruzione previste sono necessarie per rispettare le ordinanze e i valori limite attualmente in vigore. Si procede all'innalzamento di singoli piloni e al rafforzamento delle loro fondamenta, nonché alla sostituzione degli isolatori o alla messa in maggiore tensione dei conduttori.

L'Ufficio federale dell'energia (UFE) ha emesso la decisione d'approvazione dei piani a febbraio del 2022. Contro questa decisione sono stati presentati ricorsi al Tribunale amministrativo federale. Di conseguenza, l'aumento della tensione della linea Bickigen – Chippis sarà differito presumibilmente di altri due anni. L'entrata in servizio è prevista entro il 2027.

Links

Informazioni dettagliate sul progetto di rete Bickigen – Chippis

Mörel-Filet – Ulrichen

Il progetto prevede la costruzione di una nuova linea ad altissima tensione da 380 kV, lunga circa 30 chilometri, tra Mörel-Filet e Ulrichen. Sul tracciato passeranno anche una linea elettrica ferroviaria da 132 kV delle FFS e una linea da 65 kV di Valgrid.

Sul tratto tra Mörel-Filet ed Ernen, i piloni saranno installati e le testate della fondamenta saranno cementate nella prossima fase di costruzione. I nuovi piloni sono già stati eretti e dipinti con vernice verde, in modo che si inseriscano meglio nel paesaggio.

La nuova linea da 380 kV è già in funzione nel tratto tra Ernen e Ulrichen. La vecchia linea è stata smantellata, alleggerendo così notevolmente le località di Ernen, Rekingen e Gluringen.

Secondo l'attuale pianificazione del progetto, l'entrata in servizio del tratto della linea tra Mörel-Filet ed Ernen è prevista per la fine del 2023. Dal 2024 avrà inizio lo smantellamento dell'odierna linea da 220 kV di Swissgrid nonché delle linee da 65 kV di Valgrid.

Nel tratto compreso tra la centrale elettrica di Electra Massa a Bitsch e la stazione elettrica a Mörel-Filet, l'attuale linea da 220 kV sarà ristrutturata. I lavori edili per il montaggio di piloni e cavi dovrebbero essere eseguiti nel 2023.

Links

Informazioni dettagliate sul progetto di rete Mörel-Filet – Ulrichen

Innertkirchen – Ulrichen

La linea ad altissima tensione tra Innertkirchen (BE) e Ulrichen (VS), lunga circa 27 chilometri, è oggetto di rinnovo e, allo stesso tempo, la tensione è aumentata dagli attuali 220 chilovolt (kV) a 380 kV.

L'Ufficio federale dell'energia (UFE) ha istituito un gruppo di accompagnamento per discutere e valutare i corridoi di pianificazione proposti da Swissgrid in termini di impatto sullo spazio e sull'ambiente, di tecnologia e costi. La raccomandazione del gruppo di accompagnamento sarà successivamente sottoposta a procedura di partecipazione pubblica. Presumibilmente a fine 2022 il Consiglio federale stabilirà il corridoio di pianificazione e la tecnologia di trasmissione tra Innertkirchen e Ulrichen.

Il gruppo di accompagnamento raccomanda all'UFE un interramento tra Innertkirchen e Oberwald e una linea aerea tra Oberwald e Ulrichen. Ci sono due varianti per l'interramento di circa 23 chilometri tra Innertkirchen e Oberwald.

  • Nella variante 1, la linea ad altissima tensione verrà condotta da Innertkirchen a Handegg in una nuova galleria di cavi da costruire. Tra Handegg e la centrale elettrica Grimsel 2, la linea sarà cablata in gallerie esistenti appartenenti alle Kraftwerke Oberhasli AG (KWO). Tra la centrale elettrica Grimsel 2 e Oberwald, la linea verrà nuovamente condotta in un nuovo tunnel da costruire.
  • Nella variante alternativa 2, la linea ad altissima tensione è posata nella galleria ferroviaria multifunzionale del Grimsel. Questa galleria ferroviaria dovrebbe andare da Innertkirchen a Oberwald. La linea ad altissima tensione è prevista in una galleria di cavi che corre parallelamente al tunnel ferroviario.

In entrambe le varianti, la linea attraversa il fondovalle sottoterra a Oberwald. Una stazione di passaggio è prevista nel lato sud della valle. Da lì, la linea ad altissima tensione si estende per una lunghezza di 4,5 chilometri come linea aerea verso Ulrichen fino alla linea esistente sul passo della Novena. Entrambe le varianti sono equivalenti dal punto di vista della capacità di trasmissione.

Swissgrid e l'Ufficio federale dell'energia terranno un evento informativo pubblico sul progetto giovedì 2 giugno 2022 a Oberwald (VS).

Links

Informazioni dettagliate sul progetto di rete Innertkirchen – Ulrichen

Nuova sottostazione a Ernen

Nel nuovo sito di Niederernen, entro la fine del 2023 nascerà una moderna sottostazione. La vecchia sottostazione di Fiesch e l'allacciamento della linea verranno ricostruiti. In questo modo si eviterà di attraversare la valle e di gravare sull'area di insediamento.

Il cuore della nuova sottostazione da 220 kV di Ernen è una stazione di smistamento isolata a gas. Inoltre, sarà installato un secondo trasformatore da 220/65 kV per incrementare la sicurezza dell'approvvigionamento regionale. Valgrid costruisce una nuova sottostazione da 65 kV nel sito di Niederernen.

Rinnovo della sottostazione a Bitsch

Swissgrid ha modernizzato la stazione elettrica di Bitsch. I lavori sono cominciati ad aprile 2020. I lavori di costruzione sono stati completati ad aprile 2022.


Autore

Jan Schenk
Jan Schenk

Telefono +41 58 580 21 11
info@swissgrid.ch

Vi piace questo articolo?

Condividere questo articolo


  • | Blog

    In futuro avremo bisogno di meno energia ma più elettricità.

    Leggi il articolo
  • | Blog

    La rete ad altissima tensione ospita uccelli

    Leggi il articolo
  • | Blog

    Nessun modello aziendale è uguale a un altro

    Leggi il articolo

Contatto

Appellativo

Si prega di selezionare il appellativo.

Si prega di inserire il vostro nome.

Si prega di inserire il vostro cognome.

Si prega di inserire un indirizzo e-mail valido.

Si prega di inserire il vostro messaggio.

Si prega di spuntare la casella di controllo.